Rosco Strobist kit: filtri creativi per il flash

| 08/11/2011 | 1.926 Letture |

La luce è l’elemento chiave della fotografia ma è il saperla padroneggiare la vera arte.
In natura la luce cambia continuamente, non solo come intensità o direzione ma anche come temperatura, si può passare addirittura dai 4000 K* ai 10000 K nell’arco di poche ore, quindi sapere come gestirla è necessario per ottenere la massima resa dei nostri scatti.
Qui di seguito riporto un elenco delle principali temperature colore presenti in natura:

  • Luce solare al di fuori dell’atmosfera terrestre: 5750 K
  • Luce solare a mezzogiorno: 5400 K
  • Luce d’ambiente in pieno giorno (luce diurna): mediamente, circa 6500 K
  • Luce del cielo totalmente nuvoloso: circa 7000 K
  • Luce del cielo parzialmente nuvoloso: 8000 K – 10000 K
  • Luce del cielo sereno: da 10000 K a 18000 K (il valore è più elevato per il cielo di colore azzurro intenso a nord)
  • Luce di una candela: circa 1000 K
  • Luce della luna: da 4100 K a 4150 K

e qui di quelle artificiali:

  • Lampada ad incandescenza (40W) 2200 K
  • Lampada ad incandescenza (60W) 2680 K
  • Lampada ad incandescenza (100W) 2800 K
  • Lampada ad incandescenza (200W) 3000 K
  • Lampada alogena 3000 K – 3200 K
  • Neon bianco 4000 K
  • Xenon 4500 K – 6000 K
  • Neon daylight 5600 K – 7000 K
  • Flash macchina fotografica 5500 K – 5600 K

Detto questo si comprende facilmente come il bilanciamento del bianco diventi spesso complesso e problematico soprattutto in caso di fonti luminose eterogenee (sole e flash di riempimento oppure luce continua e flash).
E’ in questi casi ci possono venire in aiuto i filtri, fogli acetati di diversi colori e dimensioni che si montano davanti alla sorgente luminosa e che sono capaci di compiere davvero magie nella trasformazione della luce.

Rosco, principale produttore mondiale di filtri Cinegel ha creato in collaborazione con David Hobby (www.strobist.com) la collezione Strobist: un insieme di filtri indispensabili per i fotografi.
Le dimensioni di ogni filtro sono di 3,8 x 8,2 cm e quindi sono perfetti per il montaggio su supporto di un flash a slitta.
Mentre alcuni filtri sono indicati per creare effetti creativi altri sono veri e propri modificatori della temperatura colore e sono perfetti per i bilanciamenti con altre fonti di luce.
La collezione è composta da 20 colori diversi ma per alcuni ci sono più copie e si arriva ad un totale di 55 filtri suddivisibili in 3 gruppi (per genere e quantità):

1 per colore:

  • Roscolux #12 Straw (Giallo)
  • Roscolux #23 Orange
  • Roscolux #26 Light Red
  • Roscolux #33 No Color Pink
  • Roscolux #39 Skelton Exotic Sangria (Magenta)
  • Roscolux #358 Rose Indigo (Viola)
  • Roscolux #80 Primary Blue
  • Roscolux #375 Cerulean Blue (Ciano)
  • Roscolux #90 Dark Yellow Green

2 per colore:

  • Cinegel #3415 N.15 Neutral Density (abbassa l’intensità della luce di mezzo stop)
  • Cinegel #3403 N.6 Neutral Density (abbassa l’intensità della luce di due stop)
  • Cinegel #3404 N.9 Neutral Density (abbassa l’intensità della luce di tre stop)

5 per colore:

  • Cinegel #3202 Full CTB – Filtro a tonalità fredda
  • Cinegel #3204 1/2 CTB – Filtro a tonalità fredda
  • Cinegel #3208 1/4 CTB – Filtro a tonalità fredda
  • Cinegel #3401 Sun 85 CTO – Filtro a tonalità calda (converte 5500 K flash in 3200 K tungsteno)
  • Cinegel #3408 Sun 1/2 CTO – Filtro a tonalità calda
  • Cinegel #3409 Sun 1/4 CTO – Filtro a tonalità calda
  • Roscolux #08 Pale Gold – Filtro a tonalità calda (con una piccola quantità di rosa per gli incarnati)
  • Cinegel #3304 Tough Plusgreen – Aggiunge il verde al flash così da riprodurre le lampadine fluorescenti bianche a luce fredda

I filtri del primo gruppo sono consigliati per creare effetti di luce.
Gli esempi qui sotto mostrano l’utilizzo del filtro come modificatore cromatico dello sfondo: il pop-up flash è stato usato per illuminare il soggetto ed un flash in remoto, con applicato il filtro, per alterare uno sfondo bianco.

Il secondo gruppo di filtri serve per abbassare l’intensità luminosa di una fonte per pareggiarla con un altra in quei casi in cui non sia possibile operare in altro modo.

Il terzo gruppo è quello tecnicamente più interessante ed è composto dai correttori di temperatura.
I filtri di correzione sono capaci di alterare la temperatura della sorgente luminosa per spostarla al grado di un altra.
Di seguito la tabella di alterazione dei filtri del terzo gruppo:

Nome Filtro Temperatura iniziale in K Temperatura risultante in K
#3202 Full Blue 3200 5500
#3204 Half Blue 3200 4100
#3208 Quarter Blue 3200 3500
3401 Roscosun 85 5500 3200
#3408 Roscosun ½ CTO 5500 3800
#3409 Roscosun ¼ CTO 5500 4500
#3304 Tough Plusgreen 6500 (luce diurna) 4000 circa (luce ad incandescenza fredda)

Come vedete possiamo, per esempio, utilizzare una luce continua (3200K) con un flash a slitta (5500K) coperto con il Roscosun 85 ed equilibrare le due sorgenti evitando quindi ore di post-produzione per il ribilanciamento.
Il kit comprende 5 filtri per ognuno di questi modificatori in modo da poter alterare contemporaneamente più sorgenti luminose come nei setup più complessi.

Un approfondimento particolare merita infine il filtro #08 Pale Gold che è un filtro che scalda leggermente la luce con un punto di rosa donando un morbido e naturale incarnato ai ritratti.

Da notare anche, utilizzando il bilanciamento del bianco automatico in lightroom il software riconosca una differenza di 600K.

Riepilogando, questo kit è consigliato per tutti coloro che fotografano in ambienti con luci miste e/o vogliono aggiungere creatività ai loro setup.

Il prezzo è di 10$, 9.95$ ad essere precisi, ed è reperibile facilmente in rete.
Quindi un prodotto utile ad un costo vantaggioso ritengo sia la formula vincente per un oggetto, a mio modesto parere, indispensabile.

*K indica gradi sulla scala Kelvin. 0° Celsius equivalgono a 273,15 K. Il punto di bianco puro è definito ad una temperatura di 6000 K.

Tags: ,

Categoria: Attrezzatura

Discuti su Facebook